Chi siamo


Il progetto Cosmos - Comunicazione Scientifica nasce da una idea di Domenico Licchelli. Astrofisico di formazione, specialista in didattica e comunicazione scientifica e fotografo naturalista, ha partecipato a numerosi congressi scientifici nazionali ed internazionali (27 lavori presentati, alcuni dei quali premiati tra le migliori comunicazioni), tenuto oltre 400 conferenze, seminari e serate osservative pubbliche presso Università, scuole ed associazioni culturali.

E’ autore o coautore di più di 60 pubblicazioni scientifiche, tecniche e divulgative. Ha partecipato all'organizzazione di convegni e manifestazioni pubbliche di divulgazione scientifica nazionali ed internazionali (28 manifestazioni). Vanta oltre 30 anni di osservazioni astronomiche con gli strumenti più disparati. E’ stato consulente tecnico e scientifico presso scuole e Università per la realizzazione, l'ammodernamento, la gestione e l’utilizzo didattico di Osservatori Astronomici (11 lavori).

Nell'ambito delle iniziative per l'Anno Internazionale dell'Astronomia (IYA2009) ha pubblicato il libro “L’occhio infinito di Galileo”, rivisitazione moderna del Sidereus Nuncius, scritto a quattro mani con Vincenzo Zappalà, planetologo di fama internazionale.

E' il responsabile delle attività didattiche e di ricerca dell’Osservatorio Astrofisico R.P.Feynman, dedicato a ricerche fotometriche su Pianeti Extrasolari, Asteroidi e stelle variabili oltre che alla produzione di materiale didattico e alla acquisizione ed elaborazione di dati scientifici. Presso l’osservatorio, struttura completamente autofinanziata, sono stati ottenuti risultati di grande rilievo tra cui la scoperta e la caratterizzazione fisica di 31 nuove stelle variabili ad eclisse e pulsanti, la Prima misurazione in Italia da un osservatorio non INAF del transito di un pianeta extrasolare, e la compartecipazione alla Prima misurazione interferometrica al mondo di un asteroide, in collaborazione con ricercatori dell’Osservatorio Astronomico di Torino e dell’Observatoire de la Côte d'Azur, France.

E’ esperto di acquisizione ed elaborazione di immagini astronomiche e naturalistiche. Ha vinto l'International Observe the Moon Night (InOMN) 2010 Photo Contest, organizzato da NASA Lunar Science Institute, nella categoria Wide angle – Esperti. Ha ideato e realizzato interamente la mostra fotografica “Celestial Landscapes, omaggio a Galileo Galilei” attualmente esposta nel Laboratorio di Astrofisica dell’Università del Salento.

Autore di numerose immagini naturalistiche, aeree e subacquee, molte delle quali selezionate ed utilizzate a corredo di libri, riviste e siti web, tra cui il volume “Salento, natura e paesaggi” – Edizioni Del Grifo, e come parte integrante delle mostre fotografiche “MAGIE NEL BLU: emozioni nel mare del Salento e…” (2013) e “Matematica, Natura e Ambiente”, organizzata dal Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione dell’Università del Salento presso il Museo dell’Ambiente della stessa Università. Oltre 150 sue immagini sono state pubblicate su libri e riviste nazionali ed internazionali e sui siti internet di varie istituzioni tra cui quelli dell'USRA (Universities Space Research Association), dell'INAF (Istituto Nazionale di Astrofisica) e dell’ESO (European Southern Observatory).

Ideatore, curatore e responsabile del Progetto POLARIS – Orientamento e tutorato per studenti della scuola secondaria superiore e universitari

Collabora attivamente con il gruppo di Astrofisica dell’Università del Salento nelle attività didattiche e divulgative (Piano Lauree Scientifiche, Astro-Percorsi, Settimana della Cultura Scientifica, Scuola estiva di Astronomia, etc.) e nella ricerca in ambito planetologico ed in programmi osservativi relativi a stelle di pre-sequenza e cataclismiche.

Per la Biblioteca Polaris è stato coautore del volume "Astronomia Siderale, omaggio ad Angelo Secchi".

Ideatore e coautore del blog Kalos Kaì Agathos - Elogio della Bellezza Scientifica

E’ stato consulente e test driver per conto del Dipartimento di Matematica e Fisica "E. De Giorgi" dell'Università del Salento del progetto “Astronet - gestione remota robotica via internet in ambiente web collaborativo” dell'Osservatorio Astronomico del Dipartimento stesso in sinergia con il DIDA-Lab del Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione dell'Università del Salento.

Inoltre, è stato incaricato anche di organizzare e condurre le serate osservative nell’ambito delle iniziative di IYA2009 e del progetto MIUR “Sotto un cielo di stelle”.

E’ docente e tutor di Matematica, Fisica e Astrofisica in programmi e corsi di eccellenza per studenti delle scuole secondarie superiori e universitari.

E’ docente e tutor di Fotografia Naturalistica e di Image Processing di immagini naturalistiche e scientifiche.

Ha collaborato con il Museo dell’Ambiente dell’Università del Salento nelle attività divulgative nel settore Meteorologia e Climatologia.

Dal 2006 al 2008 ha fatto parte della Divisione Formazione, Documentazione e Divulgazione del Centro Euro-Mediterraneo per i Cambiamenti Climatici.

Come riconoscimento per i suoi meriti scientifici, didattici e divulgativi, l’Unione Astronomica Internazionale ha assegnato il nome (18151) Licchelli all’asteroide 2000 OT60.

 

"La domanda che ci assilla è di dove proveniamo e dove andiamo; tutto quello che possiamo osservare da noi stessi è ciò che ci circonda attualmente. E' per questo che abbiamo l'ansia di scoprire su di esso tutto quanto possiamo….

Appare ovvio ed evidente, ma pure va detto: le conoscenze isolate ottenute da un gruppo di specialisti in un dominio ristretto non hanno affatto valore in sé, ma soltanto nella loro sintesi con tutto il resto del conoscere, soltanto in quanto esse, in questa sintesi, realmente contribuiscono per qualche cosa a rispondere alla domanda: chi siamo noi?"

(E. Schrodinger)